Dubbi e difficoltà nell’implementazione dell’Intelligenza Artificiale in settori storicamente consolidati.

4 Marzo 2024 WEIJI

Dubbi e difficoltà nell’implementazione dell’Intelligenza Artificiale in settori storicamente consolidati.

L’Intelligenza Artificiale (IA) rappresenta una delle più grandi rivoluzioni nel panorama tecnologico moderno. Tuttavia, l’adozione di questa tecnologia innovativa in settori storicamente consolidati non è priva di sfide e incertezze

Resistenza al cambiamento

Uno dei principali ostacoli nell’implementazione dell’IA è la resistenza al cambiamento da parte delle aziende e dei professionisti. Nei settori consolidati, dove i processi tradizionali sono stati stabiliti da decenni, l’adozione di nuove tecnologie può essere vista con diffidenza e timore. È fondamentale educare e coinvolgere i dipendenti in tutto il processo di transizione, mostrando loro i vantaggi e le opportunità che l’IA può offrire.

Sicurezza e Privacy dei dati

Un’altra preoccupazione comune riguarda la sicurezza e la privacy dei dati. Con l’IA che richiede un’enorme quantità di dati per addestrare i suoi modelli, le aziende devono affrontare sfide significative per garantire la protezione dei dati sensibili dei clienti e dei dipendenti. Implementare rigorose politiche di sicurezza dei dati e adottare tecnologie di crittografia avanzate può aiutare a mitigare questo rischio, ma questo come molti altri interventi ha costi non indifferenti.

Mancanza di conoscenza tecnica

Molti settori consolidati possono anche affrontare una carenza di conoscenze tecniche necessarie per implementare con successo l’IA. Le competenze nel campo della scienza dei dati, dell’apprendimento automatico e dell’analisi dei dati sono essenziali per sfruttare appieno il potenziale dell’IA. Le aziende possono affrontare questa sfida investendo nella formazione e nello sviluppo delle competenze dei propri dipendenti o collaborando con esperti esterni. 

Vogliamo citare qui di seguito Jacopo Cossater che nel suo articolo su Intravino.com del Febbraio 2024 riferisce le sue considerazioni in merito all’intervento di Regine Lee, Master of Wine e CEO di Indigo Wines a Londra, in un incontro Wine2Wine 2023. L’ambito è quello del vino, quindi un settore estremamente radicato sul territorio e nella storia. 

“È un fatto certo che nel corso degli anni le tecnologie disponibili per le aziende del settore vitivinicolo sono notevolmente cambiate, evidenziando un mercato in continua evoluzione. L’intelligenza artificiale ha il potenziale per rivoluzionare completamente l’approccio delle cantine nei confronti dei propri clienti e, in generale, migliorare i processi aziendali. Il servizio clienti può essere in parte affidato a un sistema di intelligenza artificiale, che può essere utile anche per raccogliere feedback sull’esperienza dei clienti con il servizio o le bottiglie. Inoltre, perché non delegare direttamente all’IA il compito di suggerire gli abbinamenti? ‘Non sai con cosa abbinare il nostro Sangiovese? Chiedilo sul nostro sito e riceverai una risposta in tempo reale basata sugli ingredienti a tua disposizione’. L’IA può fornire anche informazioni su come conservare, servire e degustare il vino, se ben indirizzata.”

Interpretazione dei risultati dell’IA

Anche una volta implementata, l’interpretazione dei risultati dell’IA può essere un’area problematica per molte aziende. I modelli di IA possono produrre risultati complessi e difficili da comprendere per coloro che non hanno una formazione tecnica. È fondamentale investire nel miglioramento della trasparenza e della spiegabilità dei modelli di IA, in modo che gli utenti possano comprendere appieno come vengono generati i risultati e prendere decisioni informate.

Costi elevati

Infine, i costi associati all’implementazione dell’IA possono rappresentare un altro ostacolo significativo. Lo sviluppo e l’implementazione di modelli di IA richiedono risorse finanziarie considerevoli, che potrebbero non essere accessibili a tutte le aziende, specialmente in settori in cui i margini di profitto sono già sottili. Tuttavia, molte aziende stanno esplorando modelli di business collaborativi, come i servizi basati su abbonamento o l’adozione di soluzioni cloud, per rendere l’IA più accessibile anche alle piccole e medie imprese.

In conclusione, l’adozione dell’Intelligenza Artificiale nei settori storicamente consolidati è un’opportunità straordinaria per le aziende di migliorare l’efficienza operativa, l’innovazione e la competitività. Tuttavia, affrontare i dubbi e le difficoltà associate all’implementazione dell’IA richiede un impegno significativo da parte delle aziende e dei loro leader. Attraverso la formazione, la trasparenza e la collaborazione, è possibile superare questi ostacoli e cogliere appieno i benefici dell’IA nel mondo reale.

Contact

Facciamo una call veloce?

Se vuoi approfondire un tema, parlarci della tua idea o semplicemente
capirci qualcosa di più puoi prenotare una call gratuita e senza impegno

Contact